COS'É LA FECONDAZIONE IN VITRO?

La Fecondazione in Vitro é un Trattamento di Riproduzione Assistita che consiste nel fecondare gli ovuli fuori dall’ utero materno per poi tarasferire gli embrioni formati nell’ utero con l’obiettivo di conseguire una gravidanza. Con questa tecnica, con cui la fecondazione degli ovuli si realizza in laboratorio -in vitro- si ottengo alte percentuali di gravidanza.

In Amnios in Vitro Project, grazie alla tecnologia della quale disponiamo e alla professionalitá del nostro team medico possiamo offrire ai nostri pazienti la massima probabilitá di successo, con un tratto umano 100% porsonalizzato in cui il tuo benessere e l’ esito del tuo trattamento sono l’ unica cosa importante.

VUOI RIMANERE INCINTA?

In AMNIOS ti offriamo un trattamento di Fecondazione In Vitro con la massima garanzia.

CHI PUÓ RICORRERE AL TRATTAMENTO DI FECONDAZIONE IN VITRO?

Le Fecondazione in Vitro, sempre a seguito di uno studio di fertilitá è indicata nei seguenti casi:

  • In donne in cui le tube di Falloppio non funzionano adeguatamente o sono ostruite.
  • In quei casi in cui la coppia maschile ha un numero basso di spermatozoi utili. Quando non esistono spermatozoi nell’ eiaculato  si possono ottenere direttamente dal testicolo.
  • In donne che non hanno ottenuto un esito positivo in precedenti cicli di inseminazione.
  • In donne che soffrono di endometriosi.
  • In donne con etá superiore a 40 anni.

IN CHE CONSISTE LA FECONDAZIONE IN VITRO (FIV)?

Queste sono le fasi del trattamento di Fecondazione In Vitro o FIV che offriamo in AMNIOS In Vitro Project:

In questa fase della Fecondazione in Vitro, si usano medicine per stimolare il crescimento dei follicoli delle ovaie. Queste medicine sono naturali. Sono le sostanze prodotte (FSH, LH) dall’ ipofisi per stimolare i follicoli. I follicoli sono piccole cisti che si formano nelle ovaie al cui interno c’è un ovulo. L’ obbiettivo di questo trattamento è quello di ottenere questi ovuli ed estraerli dal corpo della donna. Le medicine si somministrano per via subcutanea. Questo significa che sono iniezioni semplici e non dolorose che puó somministrarsi la paziente sola dopo una piccola dimostrazione senza nessun rischio.

In un ciclo ovulatorio normale, le ovaie producono solamente un follicolo e quindi, solo un ovulo. Se no procedesse alla stimolazione delle ovaie, in ogni ciclo si otterrebbe solo un ovulo fecondato, con poche probabilitá di gravidanza.

All’ inizio la Fecondazione in Vitro si effettuava con un ciclo naturale. Successivamente da quando si sono ottenuti gli ormoni per la stimolazione delle ovaie, si effettua con stimolazione.

La stimolazione delle ovaie inizia con la mestruazione della paziente. Nel secondo o terzo giorno si realizza un’ ecografia di controllo (e a volte un’ analisi ormonale per evedere i livelli di alcuni ormoni come LH, progesterone ed estradiolo). Se le ovaie sono a riposo si inizia con le iniezioni.  Nel quarto o quinto giorno si realizza la prima ecografia per vedere come rispondono le ovaie.

Nei controlli ecografici si vede lo sviluppo della stimolazione. Si contano il numero dei follicoli e la loro grandezza. Cosí si aggiusta il dosaggio delle medicine per i giorni successivi. Da questo momento in poi i controlli si fanno ogni 2-3 giorni. A volte è necessario fare delle analisi del sangue per vedere i livelli ormonali (estradiolo, LH).

La stimolazione ovarica di una Fecondazione in Vitro dura circa 9-10 giorni, fino a quando i principali follicoli non arrivano ad una grandezza superiore a 18 mm. Quando avviene ció si inietta un’ altra medicina (hCG) la cui funzione è quelle di completare la maturazione dell’ ovulo che sta dentro dei follicoli. Si passa cosí alla seguente fase (pick up  o prelievo ovocitario).

Questa fase della Fecondazione in Vitro si realizza mediante prelievo attraverso la vagina guiadato da un’ ecografía. Si utilizza una leggera sedazione per non sentire dolore.
Gli ovuli sono troppo piccoli per essere visti mediante ecografia, quello che si vede sono i follicoli (dentro dei quali ci sono gli ovuli).

Per recuperare gli ovuli, si localizzano i follicoli e poi si pungono. Si aspira cosí il contenuto del follicolo, (dentro del liquido aspirato si trova l’ ovulo) con un aspiratore speciale, il liquido cosí ottenuto si consegna immediatamente ai biologi del laboratorio di FIVET (contiguo alla sala del pick up) che ricercheranno gli ovuli con il microscopio.

Una volta ottenuti gli ovuli esistono due tecniche per fecondarli: Fecondazione in Vitro o Microiniezione spermatica (FIV o ICSI). Nella Fecondazione in Vitro (FIV), si mettono gli ovuli in placca con il terreno di coltura insieme ad un’ alta quantitá di spermatozoi (100.000 per ovulo) e si lasciano fecondare da soli.

Nell’ ICSI (Microiniezione spermatica), si prendono gli spermatozoi un ad uno e si iniettano direttamente in ogni ovulo. Questa tecnica si usa quando il numero di spermatozoi o la mobilitá sono molto bassi. Per fecondare gli ovuli medinate FIV è necessario che la qualitá del seme sia adeguata:  recupero di piú di 5 milioni di spermatozoi, con una mobilitá progressiva minimo del 30 % ed un 30% di morfologia normale. Senza queste condizioni,  le possibilitá di non riuscita (mancata fecondazione) sono elevate, per cui è preferibile ricorrere direttamente all’ ICSI.

Indipendentemente dalla tecnica di fecondazione degli ovuli, il giorno seguente si comprova quanti hanno fecondato. Normalmente, l’ 80% degli ovuli fecondano (sia con FIV che con ICSI). Gli embrioni si mantengono costantemente negli incubatori, in rigide condizioni di coltura (a temperatura, concetrazione di CO2, pressione di ossigeno controllati, ecc.)

Al secondo giorno, gli embrioni giá fecondati con evoluzione normale si sono divisi ed hanno tra le 2-4 cellule. Al terzo giorno hanno 6-8 cellule.

Il transfer embrionario in una Fecondazione in Vitro si fa al secondo o terzo giorno dopo il pick up. Per il transfer, si  introducono gli embrioni in una cannula (molto sottile) e sotto controllo ecografico, si lasciano dentrol’utero. Il transfer non è doloroso. È come una normale esplorazione ginecologica e non è necessaria sedazione o analgesia. Una volta ritirata la cannula il biologo comprova che è vuota (ció significa che gli embrioni sono rimasti in utero correttamente).

Durante i 14 giorni successivi, la paziente segue un trattamento con compresse di progesterone (a volte anche con estrogeni) da introdurre in vagina per aiutare l’ impianto degli embrioni. Dopo 14 giorni dal transfer si puó eseguire il test di gravidanza.

In alcuni cicli di Fecondazione in Vitro, si mantengono gli embrioni in laboratorio fino al quinto giorno. Questo procedimento si chiama transfer di blastocito.

PRIMA VISITA GRATUITA

SE PREFERISCI CHIAMACI

TECNICHE COMPLEMENTARI DI FECONDAZIONE IN VITRO

MICROINIEZIONE SPERMATICA (ICSI)


La Microiniezione Spermatica o ICSI (Intracytoplasmic Sperm Inyection) é una tecnica di fecondazione degli ovuli ottenuti dalla stimolazione ovarica.

Dopo aver ottenuto gli ovuli mediante il pick up, il giorno stesso si richiede il campione seminale dell’ uomo. Nel laboratorio si procede a “pelare” gli ovuli per togliere le cellule della granulosa, uno strato di cellule que avvolgono l’ ovulo. Dopo si comprovano gli ovuli che sono “maturi”. Questo significa gli ovuli che sono in Metafase II, e che sono quindi fecondabili.

Si introducono gli spermatozoi in un liquido denso che permette di individuare quelli con una miglior mobilitá e morfologia. Uno alla volta si microiniettano dentro ciascun ovulo per fecondarli.

Ogni volta è sempre maggiore il numero di cicli di Fecondazione in Vitro in cui si realizza la microiniezione spermatica o ICSI. Peró i casi in cui si raccomanda sono quei casi in cui il numero di spermatozoi è basso, compresi i casi in cui si sono ottenuti direttamente dal testicolo. Si deve usare anche quando la membrana dell’ ovulo è piú spessa e rendono difficile la fecondazione, quando c’è stato un problema di fecondazione con la fecondazione in vitro classica, o in generale quando ci sono dubbi sui risultati con la fecondazione classica.

TRANSFER BLASTOCITI


Per fare il Transfer di un Blastocito utilizziamo una tecnica di laboratorio chiamata coltura lunga (o coltura sequenziale). Consiste nel mantenere gli embrioni in laboratorio fino allo stadio di blastocito. Questo puó avvenire nel 5º o 6º giorno dello sviluppo.

Le necessitá metaboliche dell’ embrione cambiano in questi primi giorni dello sviluppo, perció si usano terreni di coltura specifici che contengono i nutrienti di cui l’ embrione ha bisogno in questa prima fase.

Il tempo massimo in cui si possono lasciare gli embrioni in cultivo sono 6 giorni. La maggior parte degli embrioni raggiungono lo stadio di blastocito il 5º giorno, peró alcuni lo fanno nel 6º. Una volta deciso di fare una coltura lunga (o sequenziale) il momento del transfer è allo stadio di blastocito (nel 5º o 6º giorno).

VITRIFICAZIONE EMBRIONI


La Congelazione o Vitrificazione di Embrioni è una tecnica di Riproduzione Assistita che permette ad una donna preservare la sua fertilitá mantenendo gli embrioni congelati. Questa tecnica presenta una percentuale di sopravvivenza degli embrioni congelati dell’ 80% ed una percentuale di gravidanza elevata (anche se è piú bassa del 10% rispetto ad una gravidanza con embrioni in fresco).

Dopo un ciclo di Fecondazione In Vitro spesso è consigliabile ricorrere alla vitrificazione degli embrioni. La tecnologia attuale ci permette congelare embrioni umani e mantenerli per anni. Le ragioni per cui puó essere necessario congelare embrioni sono:

  • L’ ottenimento di un elevato numero di embrioni di buona qualitá. La Legge di Riproduzione Assistita obbliga al congelamento degli embrioni “eccedenti” da un ciclo di Fecondazione in Vitro, ovvero gli embrioni che non sono stati trasferiti.
  • Quando una donna ha avuto una risposta elevata ad una trattamento di induzione dell’ ovulazione ed ha un rischio elevato di sviluppare una sindrome di iperstimolazione ovarica. In questi casi è necessario congelare tutti gli embrioni (la paziente non trasferisce embrioni nel ciclo), per ridurre il rischio della comparsa di questa sindrome.

In Amnios In Vitro Project il costo della Vitrificazione degli Embrioni è compreso nel proprio ciclo di Fecondazione in Vitro.

NON È IL TUO PRIMO CICLO?

Se ti sei sottoposta ad un trattamento di Fecondazione in Vitro e non hai ottenuto il risultato sperato non ti scoraggiare. Questo primo ciclo ci puó dare molte informazioni sul funzionamento delle tue ovaie, dei tuoi ovuli e su cosa succede quando si uniscono gli ovuli con gli spermatozoi. Tutta questa esperienza ci puó servire di aiuto per migliorare i successivi cicli e migliorare le probabilitá di gravidanza. 

Vieni ad AMNIOS per una visita gratuita, in cui discutiremo su come migliorare il tuo trattamento e le tue probabilitá.  

POSSIAMO AIUTARTI?

Se hai dei dubbi sulla nostra clinica o alcuni dei nostri trattamenti, o stai cercando di rimanere incinta e vuoi informarti meglio sulla migliore opizione, consulta il tuo caso con noi. Contattaci o richiedi una prima visita gratuita con i nostri specialisti.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH